Aderiamo  alla fiaccolata di memoria e impegno in ricordo di tutte le vittime delle mafie organizzata dall’associazione Libera il 28 luglio in occasione del trentesimo anniversario degli attentati mafiosi alle chiese di San Giovanni in Laterano e San Giorgio in Velabro avvenuti nella notte tra il 27 e il 28 luglio 1993. Due attentati  che causarono 22 feriti e la chiusura della chiesa di San Giorgio in Velabro per tre anni e che rappresentarono la risposta all’invettiva contro i mafiosi pronunciata di Giovanni Paolo II nella Valle dei Templi di Agrigento due mesi prima. Un’adesione convinta per ribadire anche a distanza di trent’anni il nostro no deciso e inequivocabile a ogni mafia e ad ogni forma di violenza e sopruso contro il singolo individuo e la collettivita”.