venerdì, dicembre 15

Talamo

Aziende partecipate. Cgil, Cisl e Uil individuano le priorità di intervento

Aziende partecipate. Cgil, Cisl e Uil individuano le priorità di intervento

La voce dei segretari, Talamo
Con Cgil e Cisl abbiamo chiesto alla Sindaca Virginia Raggi una serie di incontri per affrontare complessivamente il piano di riorganizzazione delle aziende partecipate del Comune di Roma. Dobbiamo affrontare la situazione di Multiservizi e ovviamente il destino dei suoi quattromila dipendenti, che si fa sempre più grave a seguito della sospensiva della gara da parte del Comune – dopo il parere negativo dell’Antitrust – del bando. C’è poi da verificare lo stato del Polo delle entrate e quindi di Risorse per Roma e Acqua Roma. Per saperne di più, continua a leggere il mio intervento
Il protocollo degli appalti. Per completarlo manca una firma

Il protocollo degli appalti. Per completarlo manca una firma

La voce dei segretari, Talamo
Un percoso iniziato circa un anno fa. Un impegno costante e continuo che sta vedendo protagonisti Regione Lazio e sigle sindacali. Il tutto con l'obiettivo di mettere in sicurezza un settore, quello degli appalti, sempre appetito dalle organizzazioni criminali. Per la Uil sto seguendo questa vicenda. Manca poco per chiudere il cerchio. manca soltanto una firma sul documento che deve regolare il settore delle forniture dei beni e servizi. Per saperne di più, questo è il mio intervento sulla stampa
Prosegue il confronto sulla riorganizzazione delle aziende partecipate

Prosegue il confronto sulla riorganizzazione delle aziende partecipate

La voce dei segretari, Talamo
Il cammino è graduale, costante. Ed è di vitale importanza perché complementare al “Verbale d’accordo” che come sindacati confederali abbiamo firmato due settimane fa con il Comune di Roma sulla riorganizzazione delle aziende partecipate. E’ un lavoro certosino, fatto di confronti, proposte e incontri. L’ultimo in ordine di tempo ha visto riunito il coordinamento Uil delle società che fanno capo al Campidoglio. Per saperne di più, questo è il mio intervento sulla stampa
Sindacati e Comune a confronto per riformare le aziende partecipate

Sindacati e Comune a confronto per riformare le aziende partecipate

La voce dei segretari, Talamo
Negli ultimi giorni abbiamo affrontato con determinazione il confronto con il Comune di Roma sulla riforma del settore delle aziende partecipate. Le pressioni che abbiamo esercitato hanno permesso di aprire la discussione sulla gestione di un processo molto complesso e delicato che coinvolge migliaia di lavoratori. Per saperne di più, leggi il mio intervento su nuovigiorni.net
Creare lavoro stabile. Dalla Regione un bando di 3milioni di euro

Creare lavoro stabile. Dalla Regione un bando di 3milioni di euro

La voce dei segretari, Talamo
C’è bisogno di occupazione stabile, che  di questi tempi è stata un miraggio. E’ per questo che l’investimento dei 3,3 milioni di euro della Regione Lazio è un primo piccolo passo - ancora insufficiente dal punto di vista delle risorse investite - ma allo stesso è un positivo il cambio di filosofia degli investimenti pubblici e la scelta a sostegno di una buona occupazione. Per saperne di più, leggi il mio intervento su nuovigiorni.net
Mobilità in deroga e politiche attive

Mobilità in deroga e politiche attive

La voce dei segretari, Talamo
La crisi industriale che ha colpito la nostra regione ha portato alla chiusura di decine di siti produttivi e ha conseguentemente comportato la perdita di centinaia di posti di lavoro. Naturalmente negli anni tali processi sono stati assistiti dagli ammortizzatori sociali che hanno consentito quantomeno attutire gli effetti dovuti alle chiusure delle attività produttive della Regione. La provincia di Frosinone in particolare ma anche quella di Rieti, sono andate incontro alla quasi completa destrutturazione del sistema manifatturiero e tutto ciò ha determinato che entrassero entrambe nel provvedimento del governo che ha inserito le aree in questione tra quelle investite da crisi industriale complessa. Per saperne di più, leggi il mio intervento su nuovigiorni.net