martedì, luglio 17

Riders e lavoro digitale: una giungla senza regole e diritti

Siamo abituati  a vederli correre nelle nostre città in bici o in motorino. Vanno di fretta, sfrecciano nel traffico, si spostano rapidamente da un quartiere all’altro, perché più corrono, più guadagnano. Baby sitter, badanti, idraulici: esperienze e competenze diverse, ma con un denominatore comune, l’assenza di regole e di diritti, che ha reso queste persone l’anello più debole del mercato del lavoro globalizzato. Per saperne di più, leggi il mio intervento sul quotidiano on line nuovigiorni.net 

Riders e lavoro digitale: una giungla senza regole e diritti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *